AMEDEO POMPILI

L'ASSOLUTO ABLATIVO

 

 

Amedeo Pompili, "L'assoluto ablativo -Storia di un pensiero di fuga", Midgard Editrice 2012, p. 102

Amedeo Pompili, avvocato, è quadro di un’Azienda pubblica. Da sempre interessato alla scrittura ha frequentato i corsi della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, Graphein, Ta eis heauton e Mimesis.
Tiene laboratori di scrittura clinica in strutture del DSM ed è Presidente dell’associazione di volontariato “Amici di Kaos” che si occupa di tutela della salute mentale.

Alex Carletti, un giovane laureato in legge, viene inviato presso una struttura psichiatrica per svolgere il servizio sostitutivo civile. 
Qui fa conoscenza del medico responsabile del Centro, degli operatori sociali e degli ospiti.
Uno di questi ultimi, Karl, lo affascina in modo particolare, costringendolo a riflettere sulla condizione dei malati e sui rapporti che la società instaura con loro.
Gli eventi si svolgono in due dimensioni, T , la terra, e H, un mondo parallelo in cui è finito un pensiero di fuga di Karl, trasportato dalle nuvole di un tarabuso. 
Alla fine le due dimensioni troveranno un punto di contatto.
Il testo mira ad offrire un punto di vista diverso sulla malattia mentale, quello di chi non ne è coinvolto per motivi professionali o familiari, ma si trova, quasi per caso, a trascorrere un periodo della propria vita a stretto contatto con una realtà che fino ad allora gli era sembrata distante anni luce dal proprio modo di essere e di pensare.

Volume stampato con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Perugia e della Libera Università dell'autobiografia di Anghiari.

ISBN 978-88-6672-011-9

Il libro costa 12,90 €, più le spese postali.

Per gli ordini: info@midgard.it


 

BACK