ALESSANDRA SQUARTA

A un passo dal mondo, lontano dal cuore

 

 

Alessandra Squarta, "A un passo dal mondo, lontano dal cuore", Midgard Editrice 2016, p. 114

Suona il cellulare. È un numero che non conosce, è la voce sconosciuta di un uomo. Sono bastate poche parole per convincerla a salire in macchina e raggiungerlo.
«Ho una storia da raccontare». Com’era vero! Qualcuno lo ricorda come Rediano, qualcun altro non ha mai smesso di chiamarlo Ludovisio. Ha imparato a nuotare sulle profonde buche causate dai bombardamenti e colme d’acqua piovana, a smontare le spolette degli ordigni con la manualità di un esperto e a giocare con la polvere da sparo con la stessa innocenza di chi gioca con un pupazzo. Ma ciò che è stato della sua infanzia a Borgo Trevi e della guerra non può essere altro che un ricordo ormai lontano. Sarà capitato a tutti di pensare di voler andare via, di dare una scossa alla propria vita riempendo una valigia dell’indispensabile e partire. Alcuni la definiscono fuga, altri libertà. Ha compiuto da poco diciassette anni e pensa che sia tempo di dare una svolta. Sta per aprirsi lo sportello dell’autobus sulla caotica e tropicale città brasiliana.
Tratto da una storia vera.

Alessandra Squarta è nata il 7 giugno del 1991 a Gualdo Tadino. Vive nel comune di Nocera Umbra. Diplomata come operatrice turistica sogna, sin da bambina, una carriera da scrittrice e a ventidue anni pubblica il suo romanzo d’esordio “Mi racconti di lui?” (edizione Caosfera) che riscuote un buon successo.

In copertina: “Nave Olympian” (Stretto di Magellano, 2015), di Stefano Benazzo.

ISBN 978-88-6672-113-0

Il libro costa 10,00 €, più le spese postali.

Per gli ordini: midgard.editrice@gmail.com


 

BACK