Midgard editrice

Intervista ad Andrea Del Cotto

Autore del volume “Poesie d’amore”, edito nella Collana Poesia della Midgard Editrice.

Buongiorno, parlaci della tua opera, come nasce?

Questa opera prima nasce dall’esigenza di esternare il lirismo che c’è in me e quindi di manifestare quella vena di sentimentalismo, di emotività e commozione che mi persuade e che da sempre porto con me, mi contraddistingue.
Un’esigenza acuitasì durante questo periodo emergenziale poichè mai come ora c’è bisogno di ritornare ai sentimenti di umanità e d’amore che durante la pandemia sono stati assopiti e repressi.

L’amore è la tematica principale della tua poetica. Ce ne vuoi parlare?

L’amore è il sentimento principe da cui prendere le mosse per un’esistenza viva e positiva da trasmettere nella quotidianità ad ogni livello in particolare nei rapporti interpersonali.

Ci sono dei poeti contemporanei o di epoche passate che ti ispirano particolarmente?

Mi sono piaciuti i poeti stilnovisti da Dante a Guido Cavalcanti per la realizzazione della figura femminile anche se i miei brani non ricalcano uno stile metrico definito, preciso.
La mia è una scrittura senza rime, quasi epistolare che può ricordare autori contemporanei senza fare nomi.

Qual è il rapporto fra la scrittura e la tua vita di tutti i giorni?

Per me scrivere è un piacere quotidiano che mi riservo anche per pochi minuti e che mi aiuta a dimenticare o a sorpassare certe realtà che magari non sono positive o tristi. Vedi guerra in Ucraina o situazione attuale pandemica.

Post a Comment